In vigore dal primo gennaio 2022 i nuovi limiti sull’utilizzo del contante per i pagamenti tra soggetti diversi.

Lgs. n. 231/2007, con l'inserimento del comma 3-bis, introduce il nuovo limite a partire dal 1° gennaio 2022, stabilendo che il trasferimento di denaro contante e di titoli al portatore da tale data sarà consentito solo se di importo inferiore a 1.000 euro.

Da sabato primo gennaio 2022, per effetto della norma introdotta dal decreto fiscale collegato alla Legge di Bilancio 2020, sono entrati in vigore i nuovi limiti sull’utilizzo del contante per i pagamenti tra soggetti diversi che passano dai 1.999,99 euro ai 999,99 euro. Il nuovo limite si applica tra soggetti diversi (sia persone giuridiche che fisiche) non solo per i pagamenti necessari all’acquisto di un bene, servizio o di una prestazione professionale come la cura odontoiatrica ma per qualsiasi passaggio di denaro,

Il Ministero dell’Economia sottolinea la legittimità delle norme introdotte dall’Italia, volte a contrastare il riciclaggio di proventi illeciti e l’evasione fiscale.

Per citare alcuni esempi di tipologie di acquisti (beni e servizi) che devono sottostare al tetto di1.000 euro in contanti:

in negozi; dal dentista; dal veterinario; dall’artigiano.

Il divieto vale anche per acquisti frazionati in modo artificioso: cioè se vengono effettuati con più pagamenti inferiori alla soglia che appaiono artificiosamente frazionati:

- se vengono fatti con cadenza prestabilita e per un circoscritto arco di tempo;
- se non è possibile stabilire l’arco di tempo di riferimento ci si riferisce a quello indicato dalla legge, 7 giorni.

Consentiti i pagamenti misti

Sarà permesso tuttavia però suddividere la cifra che si deve pagare tra contanti e pagamento tracciabile (esempio bancomat, carta di credito, bonifico, ecc.). Ad esempio, se la cifra totale corrisponde a1.600 euro, possiamo scegliere di trasferire denaro suddiviso in questo modo:600 euro in cash e i restanti1.000 euro con bancomat o bonifico.

Le sanzioni

La nuova soglia di pagamenti in contanti deve essere rispettata non solo da chi paga ma anche da chi riceve il denaro: entrambi possono essere puniti nel caso in cui venga superato il limite di 999,99 euro. La legge prevede che con l’abbassamento del limite dei contanti diminuisca anche la sanzione minima. In sostanza: dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021, la soglia per i pagamenti in cash è di 1999,99 euro, mentre la sanzione minima applicabile in caso di trasgressione (minima, non fissa) è di 2.000 euro. Ora, con il limite a 999,99 euro dal 1° gennaio 2022 il minimo edittale scenderà a 1.000 euro.

Notizie per gli iscritti

Immagine introduttiva dell'articolo

Risoluzione n.22/E: violazione degli obblighi di comunicazione al Sistema tessera sanitaria

L'agenzia delle Entrate ha precisato che gli iscritti all’Albo dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri devono inviare al sistema TS i dati relativi alle prestazioni sanitarie erogate nei confronti delle persone fisiche, in modo da
renderli disponibili per l’elaborazione della dichiarazione dei redditi precompilata.

Immagine introduttiva dell'articolo

Attività odontoiatrica e pandemia da COVID-19

Ecco la proposta per l’alleggerimento delle indicazioni operative per l’attività odontoiatrica durante la pandemia da Covid-19 elaborata dalla Commissione Albo Odontoiatri nazionale assieme a diversi esperti.

Immagine introduttiva dell'articolo

Scadenza triennio per l'acquisizione dei crediti ECM: tanti corsi FAD

Il 31 dicembre scade la possibilità di acquisire i crediti ECM per il triennio 2020-2022. Tanti i corsi FAD proposti dalla FNOMCeO.

Immagine introduttiva dell'articolo

MMG, l’Enpam sosterrà la transizione

“Il 50 per cento della forza lavoro andrà via nei prossimi 5 anni, ma le nuove leve sapranno affrontare la sfida di un maggior efficientamento dell’assistenza territoriale. L’Enpam sta studiando come mettere i giovani mmg in condizione di svolgere al meglio la professione”.

Immagine introduttiva dell'articolo

Il modello D è online, ecco come dichiarare i redditi da libera professione

Tutto pronto per l’appuntamento con la dichiarazione dei redditi da libera professione prodotti nel 2021. Il modello D è già disponibile online nell’area riservata del sito Enpam.

Immagine introduttiva dell'articolo

Infermieri supplenti dei medici: “I professionisti siano rispettati e messi in condizione di poter bene operare”

Filippo Anelli, FNOMCeO, interviene, commentando la sperimentazione annunciata dal Vicepresidente e Assessore al Welfare della Regione Lombardia, Letizia Moratti, di voler affidare agli infermieri un ruolo di “supporto e supplenza per affrontare la carenza di medici di medicina generale”.

Eventi e Convegni

Dove Siamo

Link utili