Quote iscrizione Albi 2020

Per l'anno 2020 sono previste 6 quote diversificate:

  • quota ordinaria €. 140.00;
  • quota “giovani” (entro 5 anni dalla laurea) €. 70.00;
  • quota “anziani” (over 75 anni) €. 70.00;
  • quota “invalidi” €. 35.00;
  • quota doppia iscrizione €. 230.00;
  • quota STP €. 300.00.

 

Gestione morosità: novità anno 2020

In base alla legge istitutiva, si ricorda che:

  • la quota di iscrizione all'Albo è a tutti gli effetti una TASSA (come l'IRPEF, per esempio)
  • l'Ordine è un ente pubblico e come tale regolato da norme specifiche, precise e inderogabili
  • il mancato pagamento della suddetta tassa comporta, per legge istitutiva degli ordini professionali (quindi da sempre), la CANCELLAZIONE dall'Albo
  • la cancellazione dall'Albo, a sua volta, comporta inevitabilmente la IMPOSSIBILITA' ALL'ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE

A partire dall'anno 2020, cambieranno le procedure di riscossione:

  • la tassa, stabilita dal Consiglio dell'Ordine anno per anno, dovrà essere corrisposta per l’intero in soluzione unica
  • in caso di mancato pagamento entro la data di scadenza indicata, la tassa sarà gravata di ulteriori oneri
  • il gestore della riscossione incaricato dall’Ordine è Italriscossioni che comunicherà importo della tassa, termini di scadenza e modalità di pagamento
  • le modalità di pagamento saranno quelle previste dal sistema cosiddetto “PagoPA” (attraverso molti gestori utilizzando circuiti facilmente reperibili presso banche, esercizi commerciali ecc)
  • a tal fine importante sarà il codice IUV indicato nella comunicazione essendo questo personale. Nella stessa lettera saranno presenti due codici IUV: uno dovrà essere utilizzato per il pagamento effettuato entro la data di scadenza; l’altro dovrà essere utilizzato invece per il pagamento tardivo che sarà più oneroso essendo gravato di interessi, spese di recupero, sanzioni
  • i solleciti di omesso pagamento, preliminari alle procedure per il recupero coatto, inizieranno nel mese di ottobre successivo alla scadenza
  • nel caso che la pendenza non venga assolta nell’anno solare di riferimento, dal mese di gennaio successivo inizieranno le procedure per il recupero coatto, preliminari al successivo procedimento finalizzato alla cancellazione dall’Albo

 

torna all'inizio del contenuto